form newsletter come farlo a prova di gdpr

In questo articolo vediamo come fare un form che sia veramente a prova di GDPR. Per farlo seguiamo i consigli dell’esperto legale digitale, avv. Alessandro Vercellotti.

Ogni volta che trattiamo i dati di un utente dobbiamo farli spuntare la checkbox per il consenso al trattamento dei dati personali previsto dal GDPR.

Senza questo consenso stiamo trattando in modo illecito quel dato. E’ inoltre importante salvare quel consenso.

Supponiamo ora che vogliamo condividere una guida, un ebook, o più semplicemente un lead magnet. In questo caso non sono obbligato a mettere la spunta per il consenso a ricevere la newsletter. È chiaro che se ti chiedo la mail associata al lead magnet probabilmente vorrò utilizzarla per finalità di marketing ma dovrò fare accettare al mio utente il consenso a ricevere le mie comunicazioni commerciali.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *