trasferire i dati di targeting e profilazione dall'adv alla piattaforma di marketing automation

Come trasferire i dati di targeting e profilazione dall’adv (Facebook, Instagram etc.) alla piattaforma di marketing automation? Lo abbiamo chiesto ad Antonio Lazzari di stategiesociali.it nell’ultima parte dell’intervista (clicca qui e qui per le altre parti).

Quando si utilizza una piattaforma di marketing automation, come può essere Mautic (che è anche la migliore) emerge l’esigenza di trasferire i dati di targeting dalle piattaforme di advertising. Un’operazione fondamentale, che se non effettuata con accortezza può vanificare il lavoro di targeting.

Ebbene, la risposta di Antonio ci ha stupito. Ci ha fornito indicazioni su come lui trasferisce i dati da una piattaforma all’altra, ma ci ha comunque invitati a cambiare prospettiva, focalizzando il discorso su un aspetto fondamentale, e che molti pongono in secondo piano: la definizione dei tag, piuttosto che il loro trasferimento da un posto all’altro. Ha presentato un approccio carta e penna che per quanto all’apparenza (solo all’apparenza) in conflitto con le più moderne tecnologie, in realtà fa la differenza tra un marketing efficace e un marketing che efficace non è, o potrebbe non esserlo.

Il classico uovo di Colombo a cui nessuno pensa, ma che invece “sta in piedi” senza alcuna difficoltà.

Per dare corpo alla sua tesi, Antonio Lazzari ha preso come esempio una grande azienda di GDO (Grande Distribuzione Organizzata, ovvero le grandi catene di supermercati) per la quale ha lavorato, integrando le possibilità della marketing automation con l’approccio carta e penna.

Insomma, un video interessante, che invita a guardare il targeting in modo… Diverso.

Buona visione!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *