Profilazione Clienti rapida con Mautic

E’ possibile fare della buona profilazione clienti in contesti estremamente fluidi, dove gli individui cambiano idee, bisogni ed esigenze nel giro di mesi se non settimane?

Per molti marketer è un incubo: surfare sull’onda dei cambiamenti che si susseguono senza sosta. Capita più spesso di quanto si possa immaginare. Nella maggior parte dei casi la colpa va imputata ai fattori esterni, che rimescolano continuamente le carte in tavola (e questi ultimi mesi ne sono l’esempio più lampante). Ci sono però alcuni settori che strutturalmente sono portati al cambiamento, come la politica.

Questo video parte proprio alla politica, per spiegare come sia possibile fare una buona profilazione clienti nonostante il contesto sia estremamente fluido, nonostante il rischio che le analisi di oggi siano superate tra un paio di settimane. A raccontarci la sua esperienza in merito è ancora Antonio Lazzari di strategiesociali.it, nella terza parte di una intervista che ha già toccato argomenti importanti: inbound marketing per ristoratori (prima parte) e customer delight (seconda parte).

Nel video presentiamo il binomio analisi comportamentale – contenuti dinamici come soluzione al problema, come risorsa per far fronte all’eccessiva fluidità del contesto. Il tutto, ovviamente, supportato da un software adeguato, come è Mautic (in questo articolo spieghiamo bene cosa ti permette di fare).

Infine, parliamo dell’opportunità di realizzare test interni, uno strumento a portata di mano ma che va maneggiato con molta cautela, visto il rischio di trarre falsi segnali e fallire così nella profilazione clienti.

Buona visione!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *